Tecniche SEO: significato e differenze tra SEO on page e off page

seo-on-page-off-page

Il sogno di ogni imprenditore è che il suo sito web sia il più visitato, autorevole e porti a tante conversioni. Perché ciò avvenga occorre un costante lavoro di analisi e ottimizzazione. Il termine ottimizzazione implica tante attività come Seo on page e off page che insieme fanno crescere di notorietà e autorevolezza il tuo sito internet.

Sicuramente, quando hai deciso di creare un sito web il tuo desiderio sarà stato quello di essere presente in prima pagina. Vediamo cosa significa esattamente.

Di base è la situazione in cui, quando un utente digita una determinata parola chiave, il tuo sito web compare come uno dei primi 10 risultati. Attenzione, questo non succede a caso. Il sito internet o le sue pagine appariranno per una parola chiave importante per la tua attività.

Se, ad esempio, hai un e-commerce e vendi portafogli in pelle fatti a mano e sei conosciuto, un utente cercherà esattamente il tuo brand. Ecco che apparirai nella prima pagina di Google. Se, però, il tuo brand è nuovo e poco conosciuto, difficilmente un utente, che cerca portafogli in pelle fatti a mano, scriverà il tuo nome. Ecco la ragione per cui, per posizionare il tuo sito, si fa l’analisi delle parole chiave più cercate dagli utenti e con attività di ottimizzazione potrai intercettare la ricerca dei potenziali clienti. Tuttavia il lavoro di ottimizzazione non riguarda solo l’analisi keyword. 

In questo articolo scoprirai la differenza tra le diverse attività SEO, in particolare la Seo on page e la SEO off page. Se hai già un sito web e vuoi migliorarlo puoi rivolgerti al nostro Seo Specialist che ti aiuterà a crescere, conquistare l’autorità e acquisire nuovi clienti. 

blank

Partiamo dalle basi: SEO significato

blank

La SEO (Search Engine Optimization) racchiude un insieme di tecniche e azioni pratiche che compongono la strategia per il posizionamento del sito web sui motori di ricerca. In sostanza, ti permette di far sì che, una volta che il tuo sito è on line tu possa trovare un modo per farlo vedere agli utenti e renderlo raggiungibile da chi cerca il tuo prodotto o servizio.

Prima di qualsiasi attività di ottimizzazione, il primo step per tracciare una strategia per il tuo sito web è il SEO Audit. Quest’ultimo consiste nella scannerizzazione profonda delle prestazioni del sito internet. Si tratta di una vera e propria attività di analisi tecnica e diagnostica approfondita nella quale è contenuta tutta l’informazione relativa ai passi futuri da compiere.

Quanto emerge dall’analisi poi viene studiato e pianificato nella strategia SEO. Quest’ultima coinvolge due principali aree: la SEO on page e la SEO off page. La prima riguarda l’ottimizzazione che interviene direttamente sulla pagina ed i suoi elementi, mentre la seconda lavora per aumentare l’autorevolezza e la visibilità del sito agendo sulle fonti esterne. Vediamo le differenze nel dettaglio.

blank

Ottimizzazione SEO: le tattiche

tecniche-seo

Le tattiche SEO possono essere distinte in tre grandi universi:

  1. SEO on-page
  2. SEO off-page
  3. SEO tecnica

La SEO on-page ha a che fare con tutte le tattiche che si applicano direttamente sul tuo sito, con l’obiettivo di facilitare la comprensione e la classificazione dei tuoi contenuti dai logaritmi dei motori di ricerca. Le tecniche della SEO on page consistono nella creazione di contenuti efficaci sul tuo sito, che si concretizza nella ottimizzazione dei tag title, meta tag e tag H, ma anche linking interno e ottimizzazione delle immagini.

Il secondo binario della SEO è la SEO off-page, quest’ultima include diverse azioni o  tattiche che vengono svolte fuori dal tuo sito web. La tattica principale riguarda il link building, ma nella off-page rientrano anche il content marketing, i social media, la comparsa sui podcast, le recensioni, le citazioni locali e altro ancora.

Infine, la SEO tecnica è la parte più profonda della SEO on-site e riguarda tutti quegli elementi che hanno un impatto sull’indicizzazione e la scansione del tuo sito da parte dei motori di ricerca. Consiste in tutti quegli aspetti relativi al codice del sito presi in considerazione da Google come fattori di ranking. Tra le tattiche di SEO tecnica rientrano l’ottimizzazione della velocità del sito, dati strutturati, sitemap. 

Veniamo al nocciolo dell’articolo, spieghiamo meglio la differenza tra le tecniche on page e off page.

Tecniche di ottimizzazione on page

blank

Tra tutte le tecniche SEO quella on-page è la più conosciuta. Con le tecniche di ottimizzazione on-page si fa riferimento a tutte le azioni di ottimizzazione che vengono svolte direttamente sul tuo sito, non solo sulle pagine ma anche nella struttura. 

L’utilità della SEO on-page deriva dal fatto di aiutare i motori di ricerca a leggere e classificare correttamente i contenuti del tuo sito web e indicizzarlo meglio nei risultati di ricerca. 

Le attività SEO in questo ambito comprendono anche la SEO tecnica e, hanno a che fare con i contenuti del sito, ottimizzazione delle immagini, dei tag, URL, keyword e costruzione dell’internal linking. Vediamo come si applicano.

Il titolo della pagina

Un titolo accattivante attira l’attenzione dell’utente e permette di aumentare la possibilità di ottenere i click sulla tua pagina.

Il titolo ha un ruolo estremamente importante in quanto riassume di cosa parlerà il contenuto e fa capire chiaramente al motore di ricerca l’argomento principale del testo.

Quando realizzi un titolo ricorda che stai scrivendo per le persone, ma non dimenticarti dei crawler dei motori di ricerca. Al suo interno è bene inserire la parola chiave specifica e che presenta un elevato volume di ricerca. Se si rispettano le linee guida nel tempo vedrai risultati incredibili.

URL

Uniform Resource Locator (URL) serve a identificare in maniera univoca una risorsa su Internet. Come per il titolo, anche la URL deve essere breve, significativa e, soprattutto, chiara.

Ti consiglio di evitare di inserire parole strane e non pertinenti. Sconsiglio anche l’inserimento di numeri casuali. Realizzare un URL chiara e ben definita è più semplice di quel che pensi, ricordati less is more.

In ottica SEO, anche la URL della tua pagina deve contenere la keyword principale in modo da intercettare sempre la query di ricerca dell’utente.

Rich snippet

I rich snippet sono i meta tag, ossia gli elementi che forniscono informazioni sulla tua pagina ai motori di ricerca. Ti cito i più importanti su cui si interviene con l’attività seo.

Meta title: è il titolo della pagina o dell’articolo che i motori di ricerca mostrano nei risultati. Come asserisce Google stesso, i titoli sono fondamentali poiché devono dare agli utenti un’idea del contenuto e il motivo per cui un risultato è attinente alla loro query di ricerca. Per crearne uno efficace, rispetta i criteri di chiarezza, completezza descrittiva, presenza della keyword principale e rispetta la lunghezza consigliata. (Ah, e non eccedere inserendo troppe keyword. Ne bastano poche, ma efficaci.)

È il momento giusto per sottolinearti anche una novità che potrebbe esserti sfuggita. Quando realizzi il meta title è importante non eccedere nella lunghezza e soddisfare i requisiti elencati. Se il meta title non descrive correttamente il contenuto della pagina, può accadere che Google provvederà a cambiare il title.  Per non essere soggetti a questi cambiamenti impegnati a rappresentare al meglio ciò di cui parla la pagina.

Meta description: è la breve descrizione che appare sotto il titolo e link nei motori di ricerca. É realizzata con l’obiettivo di aiutare il motore di ricerca ad individuare le parole chiave più rilevanti in base alla ricerca effettuata dall’utente. Dal lato utente, la meta description indica l’orientamento del contenuto che è stato scelto. Inoltre, una buona description, alla pari del titolo, può convincere un utente in cerca di risposte a cliccare sul tuo sito, perché nelle poche righe trova tutte le informazioni di cui aveva bisogno.

Struttura dei testi: H1, H2, H3

La struttura della tua pagina web deve essere sempre migliorata e ottimizzata. Come vedi ogni piccolo elemento concorre a rendere un sito web autorevole e apprezzato non solo dagli utenti ma anche dal motore di ricerca. 

Gli elementi come titolo e header permettono di organizzare il contenuto in modo da renderlo di facile lettura, comprensione e scansione nel caso dei motori di ricerca.

La prassi dell’ottimizzazione seo prevede che le keyword principali appaiono in tag title, URL e titoli di pagina, mentre l’uso delle keyword correlate è consigliato negli header, ovvero nelle sezioni H2, H3 o H4.

Quindi, se hai un contenuto con tante informazioni è bene facilitarne la leggibilità (è anche un indicatore che concorre a creare una buona UX) e, dunque, creare una struttura gerarchica precisa e scorrevole è d’obbligo. 

Ottimizzazione seo per le immagini

Le novità del settore digitale non smettono di sorprendere. Pensa solo a Google Lens, grazie a cui puoi ottenere informazioni sugli oggetti del mondo reale semplicemente usando la fotocamera del tuo smartphone. Pensa all’ultimo aggiornamento iOS 15, con cui puoi copiare e condividere il testo delle foto,  identificare gli oggetti presenti e altre mille novità.

Le immagini sono una parte fondamentale della pagina web e inviano ai motori di ricerca segnali attraverso elementi come nome del file, alt text, titolo, didascalia, che devono essere compilati e ottimizzati.

Dal punto di vista della SEO e del ranking sui motori di ricerca, l’ottimizzazione seo on-page consiste nel far intuire a Google che cosa contiene la nostra immagine. Per farlo si utilizzano per l’appunto tag Alt, title, ma anche il testo che circonda l’immagine.

I tag ALT fanno sì che anche le immagini delle tue pagine compaiano nei risultati di ricerca. Rappresentano di fatto ciò che che legge lo spider di Google.  La didascalia, la parte di testo che funge da descrizione per l’utente, essendo una porzione di testo può essere ottimizzata in ottica SEO.

I motori di ricerca possono comprendere cosa rappresenta l’immagine anche dal testo che la circonda. Pertanto, quando realizzi il tuo testo pensalo strategicamente, così migliorerai non solo l’esperienza dell’utente, ma darai alle tue immagini una spinta in più da un punto di vista SEO.

Infine, quando selezioni le immagini da inserire nelle tue pagine è importante prestare attenzione alle loro dimensioni, in quanto file pesanti possono rallentare la velocità di caricamento del sito. Scegli file di dimensione e grandezza ottimale sia per facilitare la lettura che la velocità di caricamento.

Link interni

I link interni al tuo sito web aiutano ad arricchire le tue pagine con ulteriori informazioni utili soprattutto per i lettori.

Se organizzi in modo strategico il legame tra i vari contenuti presenti sulle tue pagine potrai creare un percorso di lettura in cui si potrà destreggiare il visitatore. Il vantaggio di questa tecnica seo è che ti permette di trattenere i visitatori aumentando la stickiness del sito web.

Inoltre, con questa tecnica aumenti le opportunità di farti conoscere meglio sia come brand che in termini di product offerting.

Keyword, intento di ricerca e originalità

Quando si realizzano i contenuti in ottica di ottimizzazione seo on-page è importante considerare alcuni elementi tra cui, individuazione delle keyword giuste e pertinenti, comprensione dell’intento di ricerca degli utenti e la SEO semantica. 

Di base, un’ottimizzazione efficace si determina dalla capacità di mettere insieme queste tecniche. Pertanto, quando scegli le parole chiavi queste devono essere pertinenti, rilevanti, ad alto volume di ricerca e devono avere una buona opportunità di posizionamento in relazione alla concorrenza. 

In aggiunta a questo aspetto si applica anche la SEO semantica che consiste nell’inserimento di keyword e contenuti correlati all’intento di ricerca degli utenti. Questo ramo di attività seo aiuta anche i motori di ricerca nella classificazione del contenuto in modo da renderlo visibile ogni qual volta l’utente effettua una ricerca inerente. 

Infine, non smetteremo mai di ripetere che quando si crea un sito web e si realizzano dei contenuti è fondamentale pensare all’utente e a cosa cerca. I contenuti devono rispondere ad un’esigenza. Come ad esempio questo articolo. Se avevi bisogno di scoprire la differenza tra le tecniche SEO on-page e off-page, l’hai scoperta.

Rispondere ad un’esigenza ci porta ad un ultimo concetto che vale la pena conoscere ed utilizzare.

Topic e Subtopics

I motori di ricerca, come Google, comprendono sempre meglio gli argomenti trattati all’interno dei siti e prediligono quelle offerte di contenuti che sono ampie, autorevoli, esaustive e pertinenti. 

Quando si realizzano dei contenuti è bene comprendere cosa cercano effettivamente le persone quando digitano una determinata keyword. Per questo è importante sviluppare topic e subtopics.

Per quanto riguarda il primo concetto si fa riferimento alla risposta principale ad una query di ricerca. Mentre per i subtopics si fa riferimento a tutta una serie di collegamenti possibili all’argomento principale.

Mi spiego meglio, se una persona scrive scarpe da ginnastica, non vuole trovare solo contenuti in cui viene ripetuta la keyword “scarpe da ginnastica”, ma magari vuole trovare fotografie, video, spiegazioni e tutto l’universo connesso a questo argomento. Ed è qui che entra in gioco la capacità di sviluppare i subtopics. É importante sempre comprendere il contesto dei subtopics, ad esempio, se ti sto raccontando le tecniche seo sicuramente non andrò a raccontarti come preparare una torta di mele.

In sostanza, un’ottima attività seo consiste nella capacità di creare la mappa mentale dei bisogni delle persone che digitano la parola chiave. Un contenuto sarà tanto più pertinente quanto più avrà contenuti di qualità all’interno della pagina, e quanto più riuscirà ad avere una buona copertura dei subtopics.

Tecniche di ottimizzazione off page

blank

Come anticipato, l’attività SEO lavora sul duplice binario, e questo è il secondo: la SEO off-page. Quest’ultimo include diverse azioni che vengono svolte fuori dal tuo sito web.

Nello specifico, l’obiettivo della Seo off-page consiste nel far crescere l’autorità del tuo sito web e aumentare il traffico di ricerca organica, per questo si lavora in diversi ambiti.

Ti elenco in seguito alcune attività con cui è possibile costruire la tua autorità online, aumentare il traffico organico, costruire fiducia e una buona reputazione online.

Link building

L’attività di costruzione dei link che riportano al tuo sito web ti permette di costruire l’autorità della tua azienda sui motori di ricerca. 

In sostanza, se il tuo sito è citato tramite link da siti web autorevoli questa tecnica aiuta a posizionare il tuo sito come un punto di riferimento per gli utenti. L’obiettivo che dovrai perseguire è quello di guadagnare link di qualità da altri siti autorevoli.

Attenzione però, non cadere nella trappola di accettare tanti link perché se questi non sono pertinenti, o peggio ancora, non sono autorevoli andranno solo a peggiorare l’autorità del tuo sito. Pertanto il consiglio è quello di prestare attenzione a:

  1. Autorità dei siti web esterni: la qualità di un sito Web può essere verificata attraverso specifici tool come SEMRush, SEOZoom e via discorrendo, che misurano i backlink del dominio, il traffico al sito e la loro posizione nella SERP di Google per le ricerche organiche.
  2. Rilevanza: è importante costruire link con siti autorevoli che sono tematicamente vicini al tuo sito web. Il criterio della coerenza e rilevanza è strettamente connesso alla tua autorità, pertanto questo è un aspetto che non va sottovalutato. 

Condivisione sui Social Media

I social sono sempre più utilizzati sia dagli utenti che dai brand. Ed è facile comprendere il motivo. Grazie a questi strumenti le aziende hanno avuto l’opportunità non solo di conoscere i consumatori e di interagire con loro, ma anche per aumentare la propria brand awareness e autorità.

Condividere sui social media è un’ottima tecnica di SEO off-page. Se pubblichi un post o un’articolo del tuo blog, e ricevi tante interazioni e condivisioni ecco che sei riuscito a creare tanti nuovi collegamenti esterni al tuo sito. E attenzione sono tutti collegamenti che portano traffico organico!

Influencer marketing

Gli influencer sono una tendenza in crescita nel digital marketing attraverso cui le aziende colgono opportunità di rendersi visibili e conquistare i gusti di nuove nicche.

Stringere collaborazioni strategiche con gli influencer rientra tra le tecniche SEO off-page. Di fatto, grazie ai follower e alla relazione intima che esiste tra un influencer e la sua community, puoi coinvolgere la loro nicchia ed esporre i tuoi contenuti ad un nuovo pubblico, ottenendo maggiore autorità e influenza.

Se decidi di ricorrere all’influencer marketing il consiglio è quello di selezionare influencer vicini al tuo prodotto e ai valori aziendali. Il criterio della coerenza in questo ambito è fondamentale.

Rimozione dei collegamenti dannosi

Rimanendo in tema dell’autorità costruita con SEO off-page, è bene ricordare sempre di prestare attenzione ai link non validi, come gli spam che rimandano al tuo sito.

Questi collegamenti danneggiano l’autorità del tuo sito web e ovviamente compromettono l’indicizzazione sui motori di ricerca. Puoi richiedere una consulenza ad una Web Agency e farti eseguire un SEO Audit, grazie al quale potrai far analizzare i backling del tuo sito e, in caso fosse necessario, rimuovere quelli cattivi.

Sii consapevole che i backlink di qualità comportano tanti vantaggi per la tua autorità online. Da un lato aiutano con l’ottimizzazione sito web, dall’altro costruiscono la tua brand awareness e brand reputation.

Content marketing

Sebbene rientri tra le tattiche di SEO on-page, promuovere i propri contenuti rientra tra le attività di ottimizzazione SEO off-page.

Puoi usare i tuoi contenuti come strumento di marketing e di vendita. Puoi scegliere di puntare su conversione e revenue, traffico, visite e sessioni. È importante sottolineare che per un content marketing di successo occorre una content strategy efficace. Elabora un’idea e un piano per la diffusione dei contenuti on line e off line per conquistare specifici obiettivi di business.

La caratteristica del content marketing efficace è quello di riuscire anche a far sì che i contenuti siano apprezzati e condivisi dagli utenti. Questo si traduce nel traffico esterno che porta al tuo sito web.

Leggi anche: Come impostare una content strategy vincente

Digital PR

Fare PR è il modo perfetto per guadagnare link autorevoli. Puoi utilizzare le tattiche di PR per aumentare la tua brand awareness guadagnando notorietà presso il tuo target.

Con le tattiche di digital PR potrai posizionarti come una fonte di contenuti autorevole e affidabile, promuovendo il traffico verso di te. L’efficacia delle Pubbliche Relazioni consiste proprio nel creare relazioni di fiducia e ascolto reciproco.

Nell’ambito digitale potrai ricorrere agli influencer, social media, comunicati e altri strumenti. Oppure puoi optare per una scelta più strategica creando da subito contenuti strategici e di qualità in ottica SEO.

Local Seo

Molte ricerche su Google vengono effettuate per ricercare informazioni locali per trovare servizi in prossimità. Utilizzare la Local Seo contribuisce a farti conoscere da chi cerca un prodotto o servizio che potresti offrire.

Se non appare la tua attività tra i risultati locali di Google My Business perdi l’occasione di renderti visibile, dando un vantaggio ai tuoi concorrenti. Farti trovare dai clienti è il punto di forza di GMB costruito grazie alla Geolocalizzazione. Permette infatti una crescita organica del tuo sito attirando i visitatori senza ricorrere a eccessive notifiche o pubblicità.

Potrebbe interessarti anche: Google My Business: come funziona e perché usarlo

Recensioni

Le recensioni sono un elemento fondamentale per un brand, soprattutto perché hanno un impatto diretto sulla reputazione. Quante volte avrai cercato un ristorante e trovando poche stelle e cattive recensioni non ci sei andato. Vedi? Sono fondamentali per un business.

É una tattica di SEO off-page che va presa sul serio, proprio perché le aziende che hanno raccolto ottime recensioni su piattaforme di terze parti si posizionano come brand autorevoli. Infatti, se hai buone recensioni questo fattore ti aiuterà ad aumentare le conversioni.

Attività SEO: per una miglior UX

user-experience

Ogni utente quando effettua una ricerca si aspetta di trovare subito le informazioni di cui ha bisogno. Non solo. Si aspetta anche che vi sia l’esatta corrispondenza con il suo intento di ricerca, e anche che il sito web in cui va a leggere il contenuto sia bello, performante, veloce e utile. 

Quindi, se è da tempo che possiedi un sito web e ti sei dimenticato di aggiornarlo secondo gli ultimi criteri disposti dai motori di ricerca, per essere al passo delle nuove tendenze ti consiglio di pensare al restyling del tuo sito internet. In questo modo potrai soddisfare le aspettative degli utenti in termini di utilità e prestazioni. Ma non finisce qui, un sito performante è considerato positivamente dai motori di ricerca, il che si traduce nella tua avanzata di posizione nella SERP.

Come vedi le attività di ottimizzazione del sito web sono davvero tante, e in questo articolo non le abbiamo elencate tutte, ma quelle descritte sono un must per un sito web di successo. Per creare una User Experience soddisfacente non è sufficiente lavorare sull’organizzazione dei contenuti, sulla loro gerarchia, sulle keyword e costruzione di autorità online con la SEO off-page. Bisogna rispettare anche le nuove tendenze come il Layout Responsive del sito web, che permette agli utenti di visualizzare il tuo sito anche da tablet e smartphone. 

Nei precedenti paragrafi ti ho accennato anche alla velocità di caricamento del sito web. Quest’ultima, oltre ad essere un fattore di ranking, è un indicatore fondamentale della soddisfazione degli utenti che visitano il tuo sito. Se il sito internet è lento, l’utente abbandona la pagina e, tu perdi l’occasione di farti conoscere e acquisire un nuovo cliente.

blank

In conclusione

Presidiare i motori di ricerca, oggi, è come essere in un enorme supermercato in cui sono presenti infinite file piene di diversi brand che offrono i propri prodotti. Per essere scegli ed emergere non è sufficiente esistere, bisogna farsi notare e richiamare l’attenzione dell’utente. L’attività di ottimizzazione SEO è una risorsa strategica per ogni imprenditore grazie alla quale è possibile intercettare la domanda delle persone. 

In questo articolo hai potuto costatare le differenze tra le tecniche SEO on-page e SEO off-page, le loro caratteristiche, utilità e vantaggi. Non perdere l’occasione di emergere e rivolgiti ad un Seo Specialist per valutare il tuo sito web. Contattaci, saremo lieti di aiutarti!