Vuoi aumentare le vendite del tuo ecommerce? Ecco 10 consigli efficaci

Vuoi aumentare le vendite del tuo ecommerce? Ecco 10 consigli

Saper come aumentare le vendite di un negozio online è un’ambizione di molti imprenditori. Gli utenti che hanno effettuato acquisti online nel 2020 si stima che siano stati circa 2 miliardi.

Vendere online è ormai un’attività all’ordine del giorno, e sono sempre di più le aziende che ricorrono all’ecommerce. Allo stesso tempo diventa sempre più complicato farsi notare online, e mai come ora è importante offrire un servizio di qualità, per fidelizzare i tuoi clienti e non spingerli verso la concorrenza (e ce n’è tanta).

Il primo elemento su cui focalizzarti è sicuramente la User Experience, ovvero tutte quelle attività, azioni e percezioni che un cliente vive durante il suo processo d’acquisto. Ma non è l’unico.

In questo articolo ti proponiamo i nostri consigli su come incrementare le vendite in un negozio online e conquistare la fiducia dei tuoi clienti.

Perfeziona la User experience

Per user experience si intende l’esperienza complessiva di un utente nel tuo negozio, quindi non solo l’atto di vendita.

Come si misura? L’esperienza del consumatore si può valutare in base a diversi indicatori:

  • La facilità di navigazione e di ricerca dei prodotti;
  • La velocità di caricamento del sito;
  • La chiarezza e la leggibilità dei testi;
  • L’utilizzo di un approccio mobile friendly;
  • La velocità e la semplicità del pagamento.

La lista è piuttosto lunga, tant’è che questi sono solo alcuni criteri di misura della UX. Il concetto fondamentale da tenere a mente, è che quando si parla di esperienza del consumatore, non bisogna pensare solo al design dell’ecommerce, ma considerare tutti gli elementi che compongono il sito, il che è importante perché anche quelli più banali possono influenzare la UX.

Per migliorare la UX del tuo ecommerce focalizzati su questi aspetti:

  • La funzionalità del tuo sito: non aggiungere dettagli di design superflui che potrebbero distrarre l’utente, ma piuttosto cerca di spingerlo verso il suo obiettivo finale. Altri accorgimenti riguardano la posizione e la visibilità dei tasti, la presentazione delle immagini e dei video, la chiarezza dei testi.

 

  • La velocità di caricamento: nessuno avrebbe piacere di navigare in un ecommerce lento, che potrebbe apparire come poco professionale ed incompetente, quindi non appesantire il sito con elementi non indispensabili.

 

Realizza le buyer personas

Realizza delle buyer personas

Le personas non sono altro che prototipi dei tuoi clienti tipo, con le loro caratteristiche, bisogni e interessi. Esse sono realizzate attraverso una serie di dati, qualitativi e quantitativi, ottenuti attraverso sondaggi ed interviste (ad esempio con Google Analytics). Individuare un cliente tipo anziché rivolgerti ad uno astratto ti sarà utile per realizzare un prodotto più specifico ed indirizzato verso il tuo target di clienti.

Le personas sono costruite sulla base di dati sociodemografici, comportamentali, motivazionali e valoriali. Le buyer personas possono essere create direttamente su alcuni siti, come ad esempio su Make my Persona, compilando una serie di domande sul tuo potenziale cliente.

Definire il target è un passaggio fondamentale per ottimizzare le caratteristiche del tuo sito web, per perfezionare i tuoi prodotti e le tecniche di marketing e infine per prendere decisioni circa diversi aspetti del tuo business.

Costruisci un Costumer Journey

Costruisci un Costumer Journey

Il costumer journey è il viaggio che compie il consumatore, dal momento in cui riconosce di avere un bisogno, fino alla sua soddisfazione. Una volta realizzate le buyer personas, puoi rappresentare la loro esperienza con la tua azienda, è un passaggio molto importante soprattutto in fase di analisi, per individuare eventuali errori o mancanze.

Aver chiare tutte le tappe che il cliente effettua prima di compiere un acquisto ti sarà utile per migliorare l’esperienza con il tuo negozio online. Inoltre, disegnare il costumer journey ti aiuterà ad evitare impedimenti, malfunzionamenti o blocchi dei tuoi servizi, che causano l’abbandono da parte dei consumatori.

Ti potrebbe interessare anche: Il Customer Journey: come rendere unica un’esperienza d’acquisto

Migliora la scheda prodotto ecommerce

schede prodotto

Innanzitutto, il testo delle tue presentazioni prodotti deve essere chiaro, persuasivo e semplice da leggere (sfondo, caratteri, grandezza, ecc.). Cerca di spiegare al meglio le caratteristiche dei prodotti, rispondendo a tutte le domande che potrebbero porsi i tuoi clienti.

Un’altra attività che potresti compiere è l’ottimizzazione Seo delle schede prodotto, inserendo delle parole chiave, titolo e metadescription. La Seo per ecommerce ti aiuterà a guadagnare visibilità sui motori di ricerca e ad intercettare tutti i tuoi potenziali consumatori.

Inconnect effettua delle Consulenze Seo per ecommerce, con l’obiettivo di incrementare i clienti e il fatturato del tuo business online.

Inoltre, per migliorare la presentazione del tuo ecommerce, puoi disporre un menu a tendina organizzando le varie pagine: è molto pratico per l’utente. Anche inserire una barra delle ricerche facilmente riconoscibile aiuta i clienti a trovare più velocemente ciò che stanno cercando.

Inserisci le PWA

Il tuo negozio online non è mai perfetto, è sempre il momento giusto per migliorare. Ti consigliamo quindi, di ottimizzare spesso il tuo ecommerce, di valutare di continuo le prestazioni del sito e il comportamento degli utenti. Rendi il tuo sito sempre innovativo, cercando di perfezionare al massimo l’esperienza dei consumatori, perché anche un piccolo miglioramento può essere importante per incrementare le tue vendite.

Ad esempio, un innovativo strumento che potresti utilizzare sono le Progressive Web App (PWA), ovvero delle web app che si servono delle funzionalità del Web per offrire un’esperienza agli utenti simile a quella delle app mobile.

Le PWA vengono caricate come pagine web normali, ma hanno un funzionamento come quello delle app native quando vengono utilizzate su un dispositivo mobile. Quindi possiamo definirle un ibrido tra le normali applicazioni e una pagina web.

Possiamo citare tra le funzioni più interessanti delle PWA:

  • La possibilità di aggiungere alla home del telefono l’icona del proprio sito web o web app. In questo modo non è più necessaria l’apertura del sito web dal browser o tramite il motore di ricerca.
  • Inoltrare notifiche push. Attraverso di esse si possono informare gli utenti del riassortimento di alcuni prodotti terminati, come anche della pubblicazione di un nuovo articolo.

Attraverso le PWA molte aziende hanno riscontrato dei miglioramenti, come ad esempio l’aumento del tempo di permanenza nel sito e la crescita del tasso di conversione di nuovi clienti.

Fai attenzione alla customer care

Uno strumento molto apprezzato dai clienti è quello della live chat, che permette loro di effettuare domande e ricevere una risposta in pochi minuti. La velocità è uno degli indicatori più importanti, che influenza la qualità di una pagina e dei servizi offerti.

Inoltre, affinché ci sia una fidelizzazione, è importante seguire i clienti in tutto il processo d’acquisto e offrire loro un servizio di customer care. Ogni fase del customer journey deve essere ottimizzata e volta ad offrire un buon servizio di assistenza al cliente.

Puoi assistere i clienti attraverso il supporto telefonico, tramite i social media o sito web, le chatbots  (o live chat). Non dimenticarti del post-acquisto, è altrettanto importante per conquistare la sua fiducia!

Dedicati alle recensioni clienti

Recensioni clienti

Una costante abitudine dei consumatori moderni è documentarsi e leggere le recensioni degli altri utenti prima di effettuare un acquisto. Quindi perché non mostrare direttamente l’opinione espressa dagli altri consumatori? Ti aiuterà ad accrescere la fiducia dei potenziali clienti nei tuoi confronti, nonché a velocizzare l’acquisto (se hanno a disposizione le recensioni nel tuo sito non devono consultarne altri).

Sempre più comuni sono anche i siti web che si occupano di recensioni. Ecco quali sono i migliori:

  • Trustpilot: una piattaforma gratuita in cui le aziende possono invitare le persone con cui hanno avuto un’esperienza a scrivere recensioni. È un luogo in cui scambiare dialoghi e aperto alla collaborazione, in cui fornire un’immagine rappresentativa dell’azienda.

 

  • Google My Business: permette alle attività di pubblicare le informazioni relative ai loro servizi, con la possibilità di interazione con i clienti e i visitatori, tramite domande e riposte, recensioni e immagini da condividere.

 

  • Feedaty: troverai recensioni su shop e prodotti, servizi di interazione con i clienti, strumenti di web marketing integrati. Grazie ed esso potrai migliorare la qualità della relazione con i tuoi clienti.

 

Recupera l'abbandono del carrello

Inserire al momento del checkout troppe azioni o campi da compilare genera un effetto negativo sul cliente.

Quante volte ci siamo tirati indietro al momento dell’acquisto perché il sito richiedeva registrazioni o delle operazioni troppo lunghe? Immagino che sia successo molte volte. Quindi il nostro consiglio è di cercare di velocizzare questo passaggio, e di rendere la registrazione facoltativa o effettuabile anche attraverso gli account social o Google (molto più veloce per l’utente).

Un altro tasto dolente è l’abbandono del carrello, che si stima sia intorno al 70% degli utenti. Servirebbe un articolo a parte per trattare questo argomento, quindi ci limiteremo ai consigli più importanti.

Un primo elemento che puoi inserire è sicuramente la spedizione gratuita, che rappresenta un valido incentivo per concludere l’acquisto, oppure l’e-mail marketing, uno strumento molto efficace e una strategia di vendite che può aiutarti ad incrementare i guadagni.

Alcune piattaforme ecommerce registrano gli utenti che aggiungono i prodotti al carrello e poi lo abbandonano, e in automatico inviano e-mail di marketing per incentivarlo a concludere il suo ordine.

Cerca invece di evitare alcuni fattori, come i costi di spedizione troppo elevati, i termini di reso non esplicati in modo chiaro e l’assenza di buoni sconto al momento del pagamento, possono precludere l’acquisto.

Includi tutti i metodi di pagamento

La modalità di pagamento è un fattore che molto spesso influenza l’acquisto e preclude la scelta di alcuni ecommerce. Ogni utente ha il suo metodo di pagamento preferito, ed è importante fornire un servizio che includa tutti i metodi di pagamento possibili.

Gli utenti potrebbero decidere di non acquistare sul tuo ecommerce proprio perché non è disponibile il pagamento che favoriscono, quindi per evitare che vadano ad acquistare altrove, inseriscili tutti!

La carta di credito, con la quale si possono effettuare pagamenti veloci, e le carte prepagate, come le Postepay, sono i metodi di pagamento più diffusi. Mentre il contrassegno, rappresenta una delle modalità meno utilizzata, perché è necessario essere presenti a casa al momento della consegna del pacco, ed inoltre è prevista una commissione aggiuntiva rispetto al prezzo di vendita.

Le modalità di pagamento che non possono mancare nel tuo ecommerce:

  • Paypal è il sistema di pagamento online più sicuro e veloce. Si può associare al proprio account paypal la carta di credito o la carta prepagata, e non bisogna inserire i dati della carta al momento del pagamento su un ecommerce. La commissione prevista per le transazioni commerciali è il 3,4% più una tariffa fissa di €0,35.

 

  • I mobile payment, come ad esempio Apple Pay, integrati all’interno degli smartphone. Per un ecommerce rappresentano un metodo di pagamento innovativo, che consente all’utente di effettuare l’intero processo d’acquisto con un solo canale.

 

  • Stripe: con la quale si possono effettuare pagamenti sicuri per ogni tipo di azienda in tutto il mondo.

Consegna e tempi di spedizione

Un altro importante tassello del costumer journey è la ricezione dell’ordine. Il servizio di spedizione dovrebbe essere puntale e veloce, affinché il cliente sia soddisfatto. Ma non tutti vanno di fretta, l’importante è che venga dichiarato il giorno della consegna senza inganni o invenzioni.

Il costo della spedizione varia seconda di diversi criteri, come il peso del pacco, la sua dimensione o la distanza. Sono diverse le aziende a cui rivolgersi per la spedizione dei pacchi, ed ognuna offre un servizio differente.

Aspetti come le tariffe di spedizione sono troppo alte, o i tempi di ricezione del pacco eccessivi, possono influire sull’abbandono del carrello. Inoltre, ne vale anche la reputazione del negozio e la fiducia dei clienti.

Per valutare le diverse società che offrono servizi di spedizione tieni a mente questi aspetti: le tariffe applicate, i tempi di consegna e i servizi aggiuntivi.

Se reputi che il tuo vettore non sia efficiente nel suo servizio, ti consigliamo di leggere il nostro articolo su Costo Spedizione pacchi online: SDA, GLS, Bartolini, TNT, UPS e valutare di cambiare azienda.

Considerazioni finali

Tutti i consigli che vi abbiamo elencato possono essere un valido aiuto per chi possiede un ecommerce, ma non riesce ad aumentare le vendite.

Di siti per vendere on line ce ne sono molti, quindi è ora di rimboccarsi le maniche e adottare tutti i nostri suggerimenti per incrementare le tue vendite!

Inconnect supporta i business online per la creazione di strategie di vendita, l’ottimizzazione Seo e della User Experience.

Se vuoi migliorare le tue prospettive di vendita e incrementare i tuoi guadagni, puoi contattarci senza impegno, saremo lieti di aiutarti.