Costi Amazon: spedizione e commissioni per venditori



Se sei interessato a vendere su Amazon, una delle prime cose che devi sapere è: quali commissioni applica la piattaforma sui prodotti che vendi? Dare un’unica risposta non è facile, perché i costi Amazon dipendono da tanti fattori, inclusi il tipo di prodotto che vendi, la categoria a cui appartengono, il tipo di spedizione che scegli di fare, e così via. In questo articolo scoprirai quali commissioni applica Amazon sulle tue vendite, quali sono i costi e come calcolarli.

Dunque, se sei un imprenditore e vuoi iniziare a vendere su Amazon ma non sai da dove iniziare, puoi contattarci e richiedere una consulenza. Ti aiuteremo a definire i tuoi obiettivi e a darti tutte le informazioni necessarie per orientarti nella vendita Amazon.

Quali sono le commissioni Amazon sulla singola vendita

Le prime commissioni Amazon da sapere sono le commissioni di segnalazione o referral fee. Di cosa si tratta? Le commissioni di segnalazione sono dei costi che Amazon applica sul singolo prodotto venduto e variano in base alla categoria a cui appartiene il prodotto e al prezzo di vendita.

Supponiamo che vendi dolci e prodotti da forno su Amazon. Per calcolare la commissione di segnalazione, innanzitutto devi verificare a quale categoria appartiene il tuo prodotto, in questo caso “Alimentari e cura della casa”. Devi andare poi a vedere il prezzo di vendita dei tuoi prodotti. Per dei muffin che costano 10€ o meno la commissione di segnalazione applicata sarà del 8.24% sul prezzo, mentre per i tuoi panini che magari costano di più, la commissione sarà del 15.45%.

In base alla categoria e al prezzo di vendita quindi dovrai pagare una percentuale sul prezzo totale, che può variare dal 8% al 15.45%.

Considerare la categoria è molto importante perché ci sono alcune eccezioni. Ad esempio, se vendi prodotti della categoria “media”, come videogiochi, musica, dvd e altro dovrai pagare un costo aggiuntivo di pochi euro, la commissione di chiusura, che andrà aggiunta alla commissione di segnalazione.

Mettiamo che tu abbia un negozio di articoli fatti a mano e vuoi vendere su Amazon da artigiano. In questo caso puoi usufruire di Amazon Handmade, un programma che offre tantissimi vantaggi a chi ha una piccola attività artigianale e vuole espandere il proprio business su Amazon. Tra i vari benefici di Amazon Handmade, vi è l’esonero dalla quota di 39€ mensile dell’account professionale e commissioni di segnalazione agevolate del 12.36%

Informazioni aggiornate al 5 febbraio 2024

Come funzionano i costi di spedizione Amazon

Sei un venditore e hai deciso che vuoi affidarti ad Amazon FBA, ovvero alla logistica interamente gestita da Amazon. E’ un’opzione molto vantaggiosa, in quanto Amazon FBA offre un servizio completo di logistica, consentendo ai venditori di concentrarsi sul loro business senza doversi preoccupare della gestione dell’inventario, delle spedizioni e dell’assistenza clienti. Tuttavia, questo servizio comporta una serie di costi associati che ti è utile sapere.

Lo sapevi di poter usufruire della logistica Amazon FBA direttamente dal tuo sito web? Sto parlando della gestione multicanale.

La gestione multicanale di Amazon è un’opzione che ti permette di vendere i tuoi prodotti su più piattaforme oltre ad Amazon stessa, come il tuo sito web, altri marketplace online o canali terzi, continuando però a usare la logistica Amazon.

Immagina di avere un’attività di vendita di scarpe. Oltre a vendere le tue scarpe sul sito di Amazon, potresti volerle vendere anche sul tuo sito web, o su altri siti di e-commerce. In pratica, puoi inviare il tuo inventario direttamente ai centri logistici di Amazon e quando i tuoi clienti acquistano i tuoi prodotti attraverso il tuo sito web o altri canali di vendita, Amazon si occupa della spedizione diretta ai clienti finali. Questo ti offre un modo conveniente per sfruttare l’efficace rete logistica di Amazon.

Le tariffe di logistica Amazon FBA prevedono:

  • Tariffa di spedizione (o costi di gestione)
  • Tariffa di stoccaggio

Ma andiamo a capire in dettaglio di cosa si tratta.

Ti potrebbe interessare: Come funziona la logistica di Amazon FBA

Quali sono le spese di spedizione Amazon

Le tariffe di logistica Amazon includono dei costi di spedizione: si tratta di un costo fisso per unità, determinato dalle dimensioni e dal peso del prodotto. Il peso può essere unitario (il peso del prodotto confezionato) o dimensionale/volumetrico (calcolato in base alle dimensioni dell’articolo imballato secondo questa formula: lunghezza × larghezza × altezza in cm3/ 5000). Non è finita qui. Per sapere precisamente quanto dovrai pagare per spedire un prodotto, bisogna distinguere due tipi di logistica Amazon:

  • Logistica di Amazon per articoli a basso prezzo: questa agevolazione si applica se vendi prodotti leggeri e piccoli che non costano più di 12 euro. In questo caso, i costi di spedizione prendono in considerazione il peso unitario del prodotto.
  • Logistica di Amazon standard: include i piccoli colli, i pacchi standard e i prodotti fuori misura che costano più di 12 euro. Il peso di spedizione è calcolato in base al valore maggiore tra peso unitario e peso volumetrico. Mi spiego meglio: se il tuo prodotto pesa 6kg ma con l’imballaggio arriva a 12 kg, allora le spese di spedizione prendono come valore di riferimento i 12kg, cioè il valore più alto. Viceversa, se il peso unitario è maggiore.

 

Ricordati che tutti i costi di gestione cambiano non solo in base alle dimensioni e al peso del prodotto, ma anche al tipo di programma di Logistica Amazon a cui aderisci. Che tu scelga di spedire all’estero o sul territorio nazionale, usare il programma Paneuropeo, la rete logistica europea o la gestione transfrontaliera, ci saranno delle piccole variazioni nei costi che devi prendere in considerazione.

Gestire i costi di spedizione Amazon non è un’impresa facile, perché i fattori da prendere in considerazione sono tanti e cambiano di volta in volta. Per questo motivo ti consiglio di contattarci! Il team di InConnect, grazie alla sua esperienza e conoscenza approfondita della piattaforma, può aiutarti a comprendere i costi di gestione e adottare strategie efficaci per ottimizzarli.

Ti potrebbe interessare: Come funziona l’OSS One-Stop-Shop per vendere all’estero

Quali sono i costi di stoccaggio Amazon

I costi di stoccaggio sono tariffe di logistica Amazon che si riferiscono a tutti quei costi che dovrai pagare per poter usufruire e immagazzinare i tuoi prodotti nei centri logistici Amazon.

Le tariffe di stoccaggio si distinguono in:

  • Tariffe di stoccaggio mensili: addebitate mensilmente, sono calcolate sul totale delle unità immagazzinate in base al mese dell’anno, al metro cubo e alla categoria del prodotto.
  • Tariffa sull’utilizzo: è un sovrapprezzo che si aggiunge alla tariffa di stoccaggio mensile e ed è calcolato in base all’indice di utilizzo dello stoccaggio e alla dimensione del prodotto stoccato (esclusi i prodotti della categoria Abbigliamento, Scarpe e Borse). Questo sovrapprezzo non si applica a tutti ma solo ad alcuni venditori che devono soddisfare determinati requisiti.
  • Supplemento per inventario giacente: si tratta di un supplemento mensile che dovrai pagare se i tuoi prodotti sono nei magazzini Amazon da più di 271 giorni. Il sovrapprezzo si paga mensilmente per metro cubo e cambia in base alla durata dello stoccaggio, cioè da quanto tempo i tuoi prodotti rimangono invenduti nei centri logistici Amazon.
  • Tariffa per inventario in eccesso: è un costo che ti viene addebitato se superi i limiti dello stoccaggio, ovvero se in qualsiasi giorno del mese hai in inventario più unità di quelle consentite. La tariffa dipende dal numero di giorni in cui hai superato la capacità consentita e si calcola utilizzando il limite massimo fornito per il periodo specifico.
Informazioni aggiornate al 5 febbraio 2024

Amazon Seller: account professionale o individuale?

Nel momento in cui fai il calcolo di tutte le commissioni che ti verranno addebitate, devi tener conto di quale piano di vendita fai parte. In parole povere, del tipo di account seller a cui sei iscritto: individuale o professionale.

L’account individuale è adatto per vendite singole e occasionali, prevede una tassa mensile di €0 e una commissione di 0.99€ su ogni articolo venduto. Essendo un account indicato per bassi volumi di vendita, sono applicate una serie di restrizioni da tenere in conto.

L’account professionale d’altra parte costa di più, prevede infatti una spesa mensile di €39, ma in cambio i vantaggi sono molteplici. A differenza del piano individuale, non avrai un limite di vendite mensili, potrai usufruire della pubblicità Amazon e degli strumenti di vendita avanzati come API e report.  Inoltre, non avrai restrizioni di categorie, potrai offrire promozioni e pacchetti regalo ai tuoi clienti, creare offerte in blocco e tanto altro.

Per capire qual è l’account ideale per te, devi innanzitutto capire quali sono le tue esigenze e i tuoi obiettivi. Se hai appena iniziato a vendere su Amazon, l’account Individuale è probabilmente quello più adatto a te, perché ti permetterà di iniziare a vendere senza costi aggiuntivi. Se invece sei un imprenditore e hai obiettivi di vendita molto alti, allora l’account Professional è quello che fa al caso tuo.

In conclusione

In questo articolo ti abbiamo brevemente illustrato quali sono i costi e le commissioni Amazon, come calcolarli e a cosa devi fare attenzione prima di iniziare il tuo business.

Vendere su Amazon come puoi immaginare ha diversi vantaggi, ma sicuramente i costi della piattaforma non sono pochi e se non hai una buona strategia rischi di abbassare i margini di guadagno sulle tue vendite. Per questo motivo se sei interessato ad aprire un negozio su Amazon e iniziare a vendere ma hai ancora qualche dubbio, puoi contattarci per una consulenza!

InConnect grazie al suo team di esperti Amazon Specialist può darti supporto e aiutarti a muovere i primi passi nel realizzare un business di successo!