Come migliorare la reputazione online

come migliorare la reputazione online

Parliamo di reputazione on line. Può sembrare indubbiamente un concetto generico. Ma sappi che da queste due paroline dipende la percezione che hanno di te i clienti e tutti gli utenti che incontrano il tuo marchio sul web. Costruire la reputazione digitale della tua azienda è uno dei passaggi più importanti in assoluto, che contribuisce a renderti una realtà riconosciuta e autorevole, e di conseguenza ad aumentare i tuoi profitti.

Reputazione on line: che cos’è

Per essere presenti su internet non basta avere un sito. Non ti sei reso conto che ormai ci sono canali più persuasivi e molto più frequentati? Ed è scontato pensare ai social, ma in realtà anche oltre ai social network c’è altro: Google e i motori di ricerca, le email, i contenuti che parlano di te su altri siti o blog. Una buona reputazione on line deve tenere in conto tutti questi aspetti, riuscendo a estendersi su più canali, con un occhio di riguardo per quelli che sono più funzionali ad incontrare il target di riferimento del brand.

Puoi trovarti di fronte a due possibilità: costruire da zero oppure migliorare la tua reputazione on line. Nel primo caso significa che ti stai recentemente affacciando nel mondo dell’on line, mentre nel secondo caso significa che hai già una presenza consolidata, ma che non la trovi coerente con i tuoi obiettivi, oppure risulta essere scarsamente performante (non ti connette ai clienti, non genera nuovi utenti, non fa crescere traffico e visite al sito). Per lavorare al meglio a una strategia di web marketing tieni sempre presente come uno di principali scopi la reputazione online e vedrai che nel tempo toccherai con mano grandi risultati. La tua azienda sarà riconosciuta, ritenuta valida e seguita da un pubblico sempre più vasto.

Come costruire la brand reputation

migliorare la reputazione

Innanzitutto è utile fornire una definizione di reputazione on line (o brand reputation in inglese). Con questo termine si indica in modo generico l’opinione che i clienti hanno di un singolo professionista o di un’azienda. Ma attenzione, per costruire la reputazione digitale non basta parlare bene di sé stessi, quello possono farlo un po’ tutti. Servono anche le testimonianze esterne. Il parere dei clienti, di altri professionisti e addirittura dei competitor (da non credere) è fondamentale per emergere con una buona reputazione.

Tu puoi influenzare soltanto in parte il comportamento dei tuoi utenti. In realtà spesso le scelte di acquisto e le azioni che compiono i clienti sono governate da movimenti, pensieri, opinioni e suggestioni che provengono da gruppi di interesse affini al consumatore. Solo studiando il tuo settore, e chi ne fa parte come fruitore e produttore, puoi comprendere a fondo come muoverti e quali azioni progettare per rinsaldare o costruire la reputazione digitale. Una strategia di content marketing? Un miglioramento nel posizionamento dei motori di ricerca? Una presenza assidua e creativa sui social? Consultati con una web agency con esperienza sul campo, per trarre la giusta aspirazione e premere l’acceleratore della tua crescita on line.

Ok, ti sei convinto che è giunto il momento di darsi da fare e di far emergere il tuo brand al meglio tra le maglie della rete. Come si fa? Quali sono i primi passi da compiere per raggiungere una buona posizione on line, non solo nel posizionamento sui motori di ricerca, ma soprattutto nella testa degli utenti? Iniziamo dalle basi. Nei prossimi paragrafi offriremo qualche risposta a queste domande.

È inutile che ci scapicolliamo per mostrarti tutte le validissime ragioni per cui il content marketing, o la content strategy, sono parti integranti e incisive del processo di miglioramento della reputazione on line. È sotto gli occhi di tutti. I contenuti viaggiano ogni giorno a migliaia, rappresentando uno dei principali strumenti di divulgazione della brand reputation. Si potrebbero citare numerosi case studies virtuosi in molti e diversi settori, ma sarebbe ridondante.

Sempre più si sente parlare di inbound marketing e anche noi abbiamo approfondito questo concetto in un altro articolo (anche questa è content strategy, no?). La strategia di marketing che prevede di catturare il cliente all’interno di un’esperienza funziona con grandi percentuali di successo proprio rispetto alla reputazione on line.

Se vuoi dare una sferzata di autorevolezza alla tua presenza digitale allora dovresti ragionare seriamente sul content marketing. Richiedi il parare di un SEO copywriter, o di un’azienda che realizza contenuti video e testuali e diffondi i tuoi valori e i tuoi prodotti e servizi al meglio.

Registrazione del dominio e realizzazione sito internet

Se devi realizzare un sito internet e ti sei rivolto a una web agency, uno dei primi aspetti che avete affrontato insieme è senza ombra di dubbio l’acquisto del dominio. Non è una cosa da poco. Un dominio rappresentativo del tuo brand è di fondamentale importanza per essere rapidamente ed efficacemente individuato. Oltre al nome è importante anche l’estensione, e ti sarai accorto che esistono diverse e numerose varianti rispetto ai tradizionali “.com o .it” e ne vengono generati costantemente di nuovi, dunque hai l’imbarazzo della scelta.

Vogliamo inoltre lanciarti un avvertimento. Il dominio del tuo sito è così importante che per sicurezza dovresti fermare anche le altre estensioni, per evitare che i competitor dispettosi ti giochino brutti scherzi aprendo domini con nomi analoghi, ma con estensioni diverse soltanto per gettare discredito sulla tua presenza on line. Lo sappiamo, è brutto. Ma è successo ed è meglio che non sia tu il prossimo a cui capita una sventura del genere.

Se ti sei rivolto a un copywriter o a una web agency ti sarà stato detto che la tua presenza on line dev’essere uniforme e coerente. Esistono, purtroppo, ancora molti casi di aziende e professionisti con siti internet impostati in un certo modo e con i social in un altro. Discordanze nei nomi dei prodotti (e a volte dell’azienda stessa), loghi che cambiano, un tono di voce di un certo tipo che poi viene modificato e abbondonato altrove.

Ricordati che qualsiasi sia il contesto in cui hai deciso di affacciarti, dai social al sito internet, sei sempre tu, e questo si deve evincere anche da parte di chi guarda. Prova a realizzare un logo aziendale che ti rispecchi fedelmente e ad usare sempre e solo quello sulle pagine web, ma anche su Instragram o Facebook. Chiedi alla web agency e al copy che lavora con loro di trovare una modalità capace di far percepire un filo rosso che unisce tutta la comunicazione. Può essere un pay off, un tono di voce o altro, ma sarà sempre qualcosa di molto importante per la tua reputazione on line.

blank

La reputazione on line sui social

reputazione sui social media

Lo abbiamo già accennato, i social network hanno rivoluzionato il modo di stare on line, ed essere presenti nel migliore dei modi segna positivamente un’azienda. D’altronde gli esempi sono sotto gli occhi di tutti: Ceres, Taffo, solo per citarne alcuni.

E attenzione, è vero che Facebook va presidiato, ma non dimenticare che per curare la tua identità digitale esistono davvero moltissimi altri canali social su cui diffondere contenuti e informazioni sul brand, prodotti e servizi. Qualche esempio? Se il tuo target è giovane non puoi non buttare un occhio verso TikTok e Twitch, ma puoi anche valutare una strategia di video su YouTube e Vimeo. Se hai un progetto business to business è scontato che dovrai presenziare anche su Linkedind.

E ancora una volta, ricorda: l’importante è esserci ma ancora più importante è come ci si sta. Lavora nel rispetto di quanto suggerito fino ad ora e vedrai che i risultati non si faranno attendere

Strumenti per monitorare la reputazione on line

Infine, è necessario che tanti sforzi vengano monitorati, per comprendere con precisione quanto realmente stanno performando e valutare quanto beneficio stanno portando all’azienda. Di solito noi lavoriamo così: individuiamo KPI (indicatori chiave di performance) e li seguiamo per osservare nel tempo come crescono (o decrescono, ahia!). In questo modo teniamo sotto controllo l’attività e qualora ce ne dovesse essere bisogno apportiamo modifiche alla strategia SEO, alla strategia content e ad altri elementi importanti per la presenza digitale.

Lo facciamo attraverso specifici tool, che ci indicano le menzioni sui social, le citazioni su altri siti, e le ricerche nei motori di ricerca in cui compare il brand e per quali parole chiave.

È un’attività molto utile e interessante, perché permette di spaziare dallo studio dei commenti (positivi e negativi) su social e forum passando per l’individuazione delle keyword per le quali il sito è meglio posizionato.

Speriamo che questo articolo abbia contribuito a farti rendere conto dell’importanza del monitoraggio e del miglioramento della tua reputazione on line. Siamo a tua disposizione per aiutarti a collocarti sul web nel modo più efficace e vincente possibile.

blank

Conclusioni: posizionare un sito internet

Abbiamo affrontato a grandi linee, ma in modo più accurato possibile, le ragioni per cui è imprescindibile una strategia SEO per il posizionamento sui motori di ricerca. Ci sarebbe molto altro da dire e ci ripromettiamo di scrivere un altro articolo in cui indagare più dettagliatamente alcuni aspetti, ad esempio la SEO tecnica, oppure l’analisi dei competitor, magari condividendo i risultati che abbiamo ottenuto lavorando a contatto con le aziende.
Ma se vuoi saperne di più, anche soltanto fare una chiacchierata per sanare qualche dubbio e chiedere precisazioni in merito, puoi contattarci.

InConnect mette al centro il dialogo, la comunicazione e lo scambio reciproco, saremo felici di parlarti di una delle cose che ci riesce meglio: il posizionamento SEO sui motori di ricerca.  A presto!