Aprire un negozio Amazon: la guida definitiva 2021

aprire un negozio amazon

Per vendere on line i propri prodotti aprire un negozio Amazon è una delle scelte più vantaggiose. Amazon è il canale principale e può contare su un volume di traffico e di utenti impareggiabile, con i suoi 300 milioni di visitatori e attivi e 50 milioni di iscritti al programma Prime. La sua portata è di livello mondiale e la scelta di prodotti copre qualsiasi tipologia, genere e necessità, riuscendo a soddisfare qualsiasi cliente con un servizio completo e affidabile, costruito su una struttura complessa e capillare.

È probabile che tu sia già stato cliente Amazon e che ora tu voglia passare dall’altra parte e vendere i tuoi prodotti. Magari hai un negozio fisico o un’azienda che produce un prodotto che desideri piazzare su una vetrina rilevante e capace di raggiungere target trasversali.

È davvero un’ottima idea, ma va valutata con attenzione. InConnect ti aiuta a comprendere il modo migliore per posizionarti su Amazon, mettendo in campo la sua esperienza. Tra l’enorme quantità di prodotti, che ammontano a circa dodici milioni, è necessario trovare il modo per distinguersi e non lasciarsi travolgere dai competitor, restando in disparte a tentare inutilmente di raggiungere una fetta di pubblico. Non lasciarti scoraggiare. Insieme troveremo il modo per farti emergere, ma intanto conosciamo più da vicino il mondo che vogliamo esplorare.

Aprire un negozio Amazon: rivolgiti ad un Amazon Specialist

Amazon ha talmente tanta forza sul mercato e nella testa delle persone che oramai funziona come un motore di ricerca. Ciò significa che se un prodotto non esiste su Amazon è come se non esistesse. Gli utenti che vogliono acquistare on line lo fanno soprattutto attraverso Amazon. Esserci è doveroso, ma esserci soltanto non basta.

Per riuscire a trarre il meglio e a raggiungere performance di vendita soddisfacenti (e addirittura stupefacenti) bisogna conoscere dettagliatamente i passaggi di apertura del negozio Amazon, dall’attivazione dell’account Amazon seller central a tutto il corollario di procedimenti che servono a far funzionare il profilo e di conseguenza il business. Dietro ogni aspetto di Amazon si nascondono processi che necessitano di tempo e di attenzione ad alcuni aspetti burocratici.

Noi, in agenzia, abbiamo un Amazon Specialist che si occupa di seguire l’iter per filo e per segno. Ogni singolo step viene curato e verificato. Per aiutarti a comprendere qual è il percorso di avviamento di un negozio Amazon e come si struttura abbiamo scritto questo articolo.

I vantaggi di vendere su Amazon

Ma perché scegliere di aprire un negozio Amazon e non un e-commerce? Cosa rende l’azienda di Jeff Bezos un presidio imprescindibile per chi vuole fare business on line? Gli aspetti che distinguono la vendita su Amazon sono peculiari della piattaforma e non assimilabili ad altri canali. In poche parole ci sono dei vantaggi che solo questa azienda può assicurare.

E sono i seguenti:

  • Diventare reperibili per milioni di persone ogni giorno
  • Accedere a un sistema di logistica efficiente
  • Sbarcare sui mercati esteri
  • Sfruttare la reputazione del marchio che ti ospita
  • Entrare nel servizio esclusivo Amazon Prime

Vendere on line i propri prodotti non è semplice. Sì, è vero, ormai tutti hanno un e-commerce, anche in seguito alla pandemia globale che ha riversato sul web una percentuale enorme di acquisti che prima erano solo in presenza.

Ma nonostante l’apparente facilità con cui si può creare un sito e-commerce sono i risultati ciò che contano, le performance. Quanto davvero riesci a vendere? Su Amazon hai la possibilità di affacciarti a un bacino di utenti vertiginoso, con i numeri che abbiamo indicato prima, nel paragrafo introduttivo.

E questo dettaglio non è di poco conto. Stare su Amazon vuol dire soprattutto essere all’interno di un sistema in cui il tuo target è presente e attivo al 100%.

Logistica Amazon: altissima efficienza

La logistica di Amazon è uno dei fiori all’occhiello dei servizi offerti da Amazon. Grazie a questo al programma messo a disposizione da Amazon i venditori possono far crescere la propria attività sia a livello nazionale che internazionale, sfruttando le competenze di gestione e le risorse messa a punto dalla piattaforma. Inoltre la logistica Amazon – ne parleremo nel dettaglio più avanti – assicura un’assistenza clienti affidabile e opzioni di consegna che si distinguono per puntualità e rapidità.

La logistica di Amazon permette di stoccare i prodotti direttamente presso i centri logistici di Amazon, si occuperà del ritiro, dell’imballaggio e della consegna dei tuoi articoli ai clienti. E grazie alla capillarità della sua presenza potrai arrivare con i tuoi prodotti anche oltre i confini nazionali, entrando nei mercati europei (Inghilterra, Francia, Germania e Spagna).

 

Ti potrebbe interessare anche: Aprire un negozio on line: tutti i vantaggi e le strategie

L’affidabilità del marchio Amazon

Amazon è un brand di cui non solo è impossibile non aver mai sentito parlare, ma che è quasi impossibile non aver intercettato e di cui è difficile non essere stati clienti.

Dopo 24 anni di esistenza si può ribadire che si tratta di una delle aziende più potenti del mondo. Se il tuo marchio non è ancora affermato, poter vendere i tuoi prodotti sotto il nome (e la garanzia) di Amazon è un enorme vantaggio.

La tua stessa reputazione potrebbe trarre beneficio dalla reputazione di Amazon, dalla percezione di fiducia e solidità che emana. Se riesci ad agganciare i clienti e se questi continuano ad acquistare il tuo prodotto su Amazon continuamente, in futuro potrebbero con molta probabilità scegliere di acquistare direttamente dal tuo negozio, fisico o e-commerce.

Ottenere il massimo dagli account Prime

Il servizio Amazon Prime è un plus offerto dalla piattaforma ai clienti abituali che sottoscrivono un abbonamento. Grazie a questa sottoscrizione milioni di utenti accedono a dei benefici specifici, come consegne in 24 ore, account Prime Video e altro.

È stato statisticamente rilevato che gli utenti con account Prime sono più incentivati a fare acquisti durante l’arco dell’anno, chi è utente Prime e ha bisogno di un prodotto lo cercherà sicuramente su Amazon. Per dirla con i numeri: i clienti Prime spendono in media 1300 $ rispetto ai 700 $ spesi dai clienti ordinari.

Ne consegue che anche tu puoi far crescere il tuo business approfittando del notevole slancio e tassi di conversione che offre il servizio Prime. Ma come fare? I venditori con Amazon Seller Central possono spostare tutto o parte del proprio inventario su questa modalità di vendita, a patto di possedere determinati requisiti. Più avanti ti spieghiamo come puoi ottenere questi requisiti e guadagnarti il badge.

Analisi di mercato su Amazon: come aumentare le vendite

ecommerce amazon

La tua azienda produce prodotti eccellenti. La qualità dei tuoi materiali, il packaging, le funzionalità che offrono, tutto è impeccabile. È un vero peccato pensare che tali potenzialità rischiano di non essere valorizzate.

Ma è questo il rischio che corri se non fai attenzione al modo in cui ti proponi. In particolar modo, se vuoi vendere su Amazon ottenendo il massimo dei risultati possibili per il tuo marchio, hai bisogno di porre l’attenzione su alcuni aspetti che precedono il processo di vendita e acquisto, facendo un’analisi di mercato.

Un’analisi Amazon scrupolosa prepara il terreno per il successo. Ti permette di seminare con abbondanza per raccogliere in futuro i frutti sostanziosi del tuo impegno.

Lanciarsi nel mondo online, anche su Amazon, non è mai una buona idea senza aver fatto le giuste valutazioni.

In agenzia, qui a Inconnect dedichiamo a questa fase del lavoro una buona parte delle energie che investiamo per il lancio di un negozio Amazon. Lo facciamo attraverso strumenti altamente professionali che ci aiutano ad approfondire alcuni nodi centrali per il successo. Seguiamo passo dopo passo questi passaggi:

  • Analisi del mercato
  • Analisi dei competitor
  • Calcolo della marginalità del prodotto
  • Analisi del prodotto e della convenienza

Con un mix di marketing strategico e operativo svogliamo una vera e propria analisi di mercato, con focus specifico su Amazon, che rappresenta, appunto, un mercato a sé stante.

Qui, grazie alle funzionalità di alcuni tool, sondiamo il settore di riferimento, tracciandone i contorni e individuano gli elementi caratteristici. Studiamo il comportamento, la personalità e la proposta dei competitor, rendendo ogni azienda unica e distinguibile per identità e valore.

Un altro fattore su cui ci concentriamo è il calcolo della marginalità del prodotto, un parametro che indica fedelmente se stai percorrendo la strada giusta per migliorare le tue performance economiche, nonché la redditività di un prodotto e di conseguenza dei ricavi. Queste riflessioni, unitamente a quelle che esplorano il prodotto in tutti i suoi aspetti contribuiscono a fornire materiale utile per ottimizzare la proposta commerciale e il modo in cui verrà proposta tramite la piattaforma, costruendo un account per la vendita su Amazon realmente funzionale.

 

Ti potrebbe interessare anche: Marketing strategico e operativo: definizioni e differenze

Come aprire un negozio Amazon: l’account Seller Pro

Internet è una rete articolata che diventa ogni giorno più semplice da usare. Le applicazioni sui device, i comandi vocali, l’intelligenza artificiale, sembra che ormai sia sufficiente schioccare le dita per ottenere ciò che si vuole dal mondo digitale.

Ma questa semplicità a volte non ci permette di cogliere quanta complessità c’è dietro. Soprattutto per vendere online è necessario rispettare regolamenti, processi e iter burocratici che nascono per tutelare la sicurezza di tutti, venditori, clienti e piattaforma.

InConnect, grazie al lavoro del suo personale qualificato, si occupa della raccolta dei documenti utili all’apertura del tuo store su Amazon Seller Central e alla registrazione dell’attività. I passaggi obbligatori sono i seguenti:

  • Compilazione del Company Profile in accordo al regolamento interno di Amazon;
  • Attivazione del servizio di calcolo dell’IVA (fatture Intrastat di servizio da parte di Amazon Europe);
  • Attivazione del servizio presso i 7 marketplace di Amazon che estendono la portata al resto d’Europa;
  • Registrazione del marchio aziendale su Amazon, a garanzia dell’unicità della tua azienda.

Questi passaggi prevedo la compilazione e la consegna di determinati documenti e la compilazione di campi di informazione. Terminate queste procedure, se tutto è stato svolto opportunamente e senza incorrere in errori, si avrà accesso al proprio pannello di controllo chiamato Amazon Seller Central e al proprio Account Amazon Venditore.

Creare l’inventario dei prodotti Amazon

Una volta ottenuta la conferma dell’avvenuta registrazione e attivazione dell’account venditore Amazon si può provvedere all’inserimento dei prodotti, che vengono caricati nel catalogo Amazon e finalmente resi disponibili a milioni di possibili clienti in circolazione tra le vie infinite del portale. Anche il caricamento dei prodotti va ragionato ed effettuato con particolare premura, procedendo per step che prevedono:

  • L’individuazione della corretta categoria di destinazione del prodotto (anche in ottica SEO)
  • Il caricamento del codice EAN del prodotto (nel caso non fosse disponibile è possibile richiedere l’esenzione, tramite l’invio di una documentazione specifica ad Amazon)
  • Il caricamento delle immagini del prodotto e di eventuali video
  • La scrittura della descrizione del prodotto
  • La gestione delle scorte di magazzino
  • La scelta del prezzo
  • Il caricamento di eventuali varianti del prodotto

Alcune categorie di prodotti richiedono ulteriori accorgimenti e il loro inserimento viene regolamentato in maniera più stringente. Quando abbiamo di fronte prodotti come alcolici, prodotti per COVID – 19 o merci pericolose, non è sufficiente avere il codice EAN e il caricamento in una determinata categoria ma è obbligatorio richiedere un’autorizzazione specifica ad Amazon, con apposita documentazione da inviare.

IncConnect ha già aiutato aziende con particolari esigenze ad affrontare questi passaggi, raccogliendo i documenti necessari e inviandoli al posto tuo per completare le pratiche di richiesta.

Seo per Amazon: ottenere il massimo dal tuo account Venditore

come ottimizzare amazon

Ci piacerebbe dirti che è finita qui, che dopo aver seguito queste trafile puoi startene tranquillamente seduto in poltrona ad aspettare che le vendite fiocchino ma, ahimè, non è così, devi avere ancora un po’ di pazienza. C’è un altro discorso che dobbiamo affrontare insieme, quello relativo all’ottimizzazione SEO del tuo account Venditore Amazon e soprattutto dei tuoi prodotti.

Anche Amazon, come i siti internet, risponde a delle logiche ben precise di ottimizzazione SEO, tramite criteri che possono modificare anche sostanzialmente il posizionamento e la visibilità dei tuoi prodotti e del tuo brand.

Il primo criterio è, senza ombra di dubbio, la qualità del prodotto. Ma oltre a questo dato imprescindibile si deve tener conto di A9, il motore di ricerca e algoritmo di Amazon, programmato per vendere e far guadagnare di più i prodotti maggiormente convenienti e competitivi sul mercato.

A9 monitora costantemente i prezzi dei prodotti presenti online (e anche off line), modificando anche quelli presenti sulla piattaforma per migliorarne al massimo la performance.

Se il prodotto rende bene, vende, genera traffico e conversioni, allora Amazon lo premia mantenendolo in una buona posizione e facendolo crescere ancora di più. I prodotti che non rendono vengono spinti in basso dall’innalzarsi dei prodotti più competitivi. Quindi è la performance il secondo criterio fondamentale.

Il terzo aspetto da curare nel dettaglio è la rilevanza del prodotto per chiavi di ricerca, le famigerate keyword, che chi lavora con la SEO strategy conosce molto bene. La Keyword Research è un’operazione che scaturisce da uno studio approfondito e dall’esperienza maturata nell’analisi. Non si tratta soltanto di trovare le parole e i termini adatti a descrivere un prodotto, ma di scegliere e selezionare principalmente quelle usate dagli utenti.

Possiamo affermare che l’ottimizzazione delle schede prodotto è uno degli aspetti più rilevanti della SEO per Amazon. Come si procede? Un esperto di SEO con competenze di vendita e gestione account Amazon (come il nostro Amazon specialist) conosce tutti gli aspetti di questi processi. Tra quelli non trascurabili emerge l’inserimento delle parole chiave all’interno della scheda prodotto, e ancora più precisamente dentro specifici campi. Tra i campi e gli elementi che vengono considerati con maggiore peso dall’algoritmo che governa la SEO di Amazon e per i quali l’ottimizzazione gioca un ruolo chiave segnaliamo:

  • Title
  • Bullet points
  • Descrizione prodotto
  • Immagini e foto
  • Backend keywords

Come ottenere la Buy Box di Amazon

amazon

Un altro elemento che modifica positivamente o meno le performance è la presenza dei prodotti del brand all’interno della Buy Box di Amazon. La Buy Box è la sezione in alto a destra della pagina dei risultati di ricerca di Amazon, ovvero i primi prodotti che compaiono in assoluto di fronte agli occhi di possibili clienti. Ed effettivamente circa il 90% delle vendite di Amazon provengono dalla Buy Box. Riuscire a conquistarsi una posizione all’interno è importantissimo, forse l’obiettivo più importante per chi vende su Amazon.

Non esiste una formula precisa e univoca per vincere la Buy Box, ma ci sono buone pratiche per assecondare gli algoritmi di Amazon e riuscire a farsi spazio battendo la concorrenza. Dal punto di vista strategico il primo passo per ottenere la Buy Box è l’etica. Sì, l’etica, la buona condotta, ma non nel senso educativo e formale del concetto, semmai nel senso di essere un venditore che rispetta determinati requisiti di qualità e di accuratezza nel servizio offerto, ad esempio:

  • Piano di vendita professionale
  • Selezione delle categorie idonee all’interno del tuo account Amazon Seller Central
  • Vendita di prodotti nuovi e non usati

Possiamo affermare che chi si appoggia alla logistica di Amazon Prime ha maggiori possibilità di accedere all’ottenimento della Buy Box. Questo perché chi si iscrive al programma di logistica Amazon di solito soddisfa gli standard previsti dalla piattaforma per spedizioni e consegne veloci e, anche se i prezzi possono risultare anche leggermente più alti, Amazon reputa questi account come più validi e affidabili.

In realtà anche chi vende in dropshipping, ovvero con spedizione gestita dal fornitore, può ugualmente ambita alla Buy Box, realizzando un elevato numero di vendite e una buona, se non ottima, strategia di gestione dei prezzi.

Diventare un venditore Amazon Prime

Restando in tema di Buy Box e di posizioni vantaggiose per aumentare le vendite, vogliamo accennare a come diventare un venditore Amazon Prime. Questo servizio privilegiato di cui abbiamo già parlato precedentemente è un canale di vendita eccellente, perché incentiva gli utenti che hanno sottoscritto abbonamenti a continuare a rivolgersi ad Amazon per qualsiasi necessità di acquisto.

L’ottenimento del badge Prime, però, implica un’attenzione particolare al rispetto di specifici criteri e requisiti, alcuni piuttosto stringenti. Il tuo account da venditore professionale dev’essere attivo e funzionale, e soprattutto deve lavorare a regime con margini di errore, imprevisti e ritardi bassissimi se non inesistenti.

Ad esempio, per qualificarsi alla Spedizione Premium è necessario aver venduto per più di 90 giorni. Una volta ottenuta la qualifica sussistono ulteriori parametri per mantenerla attiva, e sono previsti diversi step: dai 30 giorni di requisiti da soddisfare riguardo la tracciabilità delle spedizioni, la puntualità delle consegne e la bassa incidenza di annullamenti si passa al periodo di prova per Seller Fulfilled Prime.

In questo periodo un minimo di 50 ordini Prime va evaso con altissimi livelli di precisione (in un lasso di tempo che può andare dai 5 ai 90 giorni) nel rispetto di criteri ancora più severi. I venditori devono anche accettare i termini indicati dal programma Prime per gli articoli, una sorta di regolamento necessario per monitorare che vengano spediti mantenendo alta la qualità del servizio in tutti i suoi aspetti.

Se non dovessi riuscire a evadere gli ordini nell’arco di tempo previsto il periodo di prova decade, ma potrai comunque riprovarci. Ricordiamo che gli utenti Prime spendono ogni anno circa il doppio di quanto spende un utente non Prime, tentare questa strada è davvero conveniente.

Certo, non è semplice, bisogna stare dietro alle richieste, ai criteri, alla logistica e alle spedizioni, verificare che tutto il sistema sia settato nel modo opportuno. Ma se vuoi vederci più chiaro puoi contattarci e saremo felici di supportarti in questi procedimenti più complessi.

Logistica di Amazon: FBA o FBM

I programmi di logistica di Amazon presentano alcune sostanziali differenze, che rendono un’opzione più funzionale rispetto all’altra, a seconda delle esigenze dell’azienda. Cerchiamo di comprendere quale siano i vantaggi e le differenze tra le due: Amazon FBA e programma FBM.

La logistica di Amazon FBA è il servizio di stoccaggio ed evasione degli ordini che permette ai venditori di far spedire gli ordini direttamente dal magazzino del marketplace di Amazon. Questa opzione prevede una tariffa di evasione e una tariffa di stoccaggio mensile.
Il programma FBM, invece, permette al venditore di gestire in autonomia tutti gli aspetti della logistica e delle spedizioni, oppure di far gestire questo aspetto a un soggetto terzo diverso da Amazon.

Vantaggi e svantaggi della logistica di Amazon FBA

Come abbiamo detto la logistica di Amazon si occupa nel dettaglio di tutti i processi di spedizione, consegna e del servizio di magazzino, a fronte del pagamento di una tariffa. Ma quali sono gli altri vantaggi? Possiamo elencarli sinteticamente:

  • Prodotti idonei alla spedizione Prime
  • Aumento delle possibilità di ottenimento della Buy Box
  • Più tempo da dedicare a marketing e vendita
  • Maggiori probabilità di posizionamento SEO
  • Assistenza clienti e gestione resi

Come per molti altri aspetti della vita ogni servizio ha i suoi pro e i suoi contro. Ecco quali sono gli eventuali svantaggi della logistica Amazon FBA:

  • Costi per spedizione e tariffe di stoccaggio
  • Perdita di controllo sulla merce e assenza di gestione diretta
  • Criteri di imballaggio ed etichettatura dell’inventario rigidi

Questi vantaggi e svantaggi vanno valutati con rigore a seconda del tuo tipo di business, del tipo di inventario che vuoi inserire all’interno del tuo canale Amazon e ai tuoi obiettivi di vendita.

Rivolgiti a un esperto in marketing per fare un’analisi dettagliata che non lasci nulla al caso.

Conclusioni

Questa lunga guida è un contributo che abbiamo offerto a tutti coloro che vogliono capire meglio come aprire un negozio su Amazon e come vendere efficacemente sul più grande marketplace globale.

Nonostante la quantità di informazioni che abbiamo raccolto sia abbastanza considerevole, è solo una minima parte dei procedimenti che vanno seguiti per lanciare un negozio Amazon e ottenere grandi risultati.

Per dare slancio alla tua attività, posizionarti fin da subito in modo solido e duraturo all’interno della proposta Amazon e avanzare con percentuali sempre più alte di guadagno ti invitiamo a rivolgerti a un Amazon Specialist che seguirà il tuo progetto in ogni aspetto.

Contatta InConnect per dare il via a un business vincente.